sostieni historycast ..acquista gll ebook di historycast.-.disponibili anche sui principali bookstore italiani edizione del. - ultimo aggiornamento: 11/7/13 12:50 .
 
 
testata
testata file rss testata
testata
testata torna all'home page testata cos' testata chi siamo testata i podcast testata le conferenze testata le news testata le pubblicazioni.htm testata i materiali didattici testata contattaci testata seguici su historycast seguici su Twitter testata
 
 
 
 
podcast
| 02 - il conte ugolino: fu vera gloria?
 
il conte UgolinoChi non conosce le terzine dell'Inferno in cui Dante ritrae la figura del conte Ugolino, bloccato per l'eternità nell'atto di rosicchiare il teschio del suo peggior nemico? Ugolino e l'arcivescovo di Pisa Ruggeri, roditore e rosicchiato, sono condannati alla compagnia eterna nella buca ghiacciata dell'Antènora, perché entrambi - almeno secondo il poeta fiorentino - si macchiarono del reato di tradimento politico. La seconda puntata di Historycast va alla ricerca delle effettive responsabilità del nobile pisano, analizzando nello stesso tempo un'epoca di grandi tensioni e di cruciali trasformazioni sociali, quale quella della seconda metà del Duecento.
*************************

«La bocca sollevò dal fiero pasto/quel peccator, forbendola a' capelli/
del capo ch'elli avea di retro guasto/Poi cominciò: tu vuoi ch'io rinnovelli/
disperato dolor che'l cor mi preme/già pur pensando, pria ch'io ne favelli/
Ma se le mie parole esser dien seme/che frutti infamia al traditor ch'i'rodo/
parlare e lacrimar vedrai insieme
».
Chi non conosce le famose terzine dell'Inferno in cui Dante ritrae la figura del conte Ugolino Della Gherardesca, bloccato per l'eternità nell'atto di rosicchiare il teschio del suo peggior nemico?
Ugolino e l'arcivescovo di Pisa Ruggeri, roditore e rosicchiato, sono condannati alla compagnia eterna nella buca ghiacciata dell'Antènora, perché entrambi - almeno secondo Dante - si macchiarono del reato di tradimento politico.
La storia, in breve, è questa. Nell'inverno 1289 Ruggeri fa arrestare Ugolino per poi rinchiuderlo nella Torre della Muda - oggi Torre della Fame - al centro di Pisa, dove il conte muore, appunto, di fame, insieme ai figli Gaddo e Uguccione e ai nipoti Nino, detto il Brigata, e Anselmuccio.
Perché ci occupiamo di questa faccenda? In primo luogo perché Ugolino è un personaggio intrigante, attorno al quale si sono addensati sempre molti interrogativi. Tradì per davvero? O fu condannato ingiustamente? Cedette o no alla fame, divorando i resti dei suoi congiunti, come Dante sembra volerci dire in altre terzine?
«Poscia che fummo al quarto di' venuti/Gaddo mi si gettò disteso a' piedi/
dicendo: Padre mio, ché non m'aiuti?/Quivi morì; e come tu mi vedi/
vid'io cascar li tre ad uno ad uno/tra 'l quinto dì e ‘l sesto; ond'io mi diedi/
già cieco, a brancolar sovra ciascuno/e due dì li chiamai, poi che fur morti/
poscia, più che 'l dolor poté ‘l digiuno
».
Un piccolo mistero possiamo subito risolverlo. Ugolino non si cibò delle carni dei figli. Questa leggenda nasce per un'interpretazione tarda e immotivata di questo passo della Commedia. Nulla, infatti, ci autorizza a pensare che il conte sia arrivato a quel gesto estremo e terribile. L'atto insultante e macabro del cannibalismo Ugolino lo infligge invece a Ruggeri, come contrappasso aggiuntivo a quello già comminato da Dio - stare nella buca ghiacciata - per averlo fatto morire di fame. Non avrebbe alcun senso pensarlo accanirsi in quel modo sulla amata prole. Molto più semplicemente «il digiuno poté più del dolore», in quanto la morte vinse sull'attaccamento alla vita, come il digiuno aveva già potuto sui figli e i nipoti di Ugolino, uccidendoli.
Ma se questo piccolo enigma appare sostanzialmente risolto dalla critica dantesca, perché il personaggio del conte Ugolino continua a incuriosirci? Innanzitutto perché la Storia è piena di personaggi intriganti. Individui che, o per le loro imprese, o perché la loro memoria ci è stata trasmessa in maniera efficace da scrittori e poeti, stuzzicano continuamente la nostra curiosità. Sono esistiti veramente? Cosa hanno fatto davvero? Furono proprio così come la letteratura ce li racconta?
Dato che la curiosità è l'anima della ricerca – e soddisfarla è un piacere – Historycast si dedicherà di tanto in tanto a questi personaggi. In questa seconda puntata parliamo appunto del conte Ugolino, ma in seguito ci occuperemo anche di Re Artù, di Zorro, di Robin Hood, di Giovanna d'Arco e di molti altri protagonisti, tra il leggendario e il controverso, del nostro passato.
Vi accorgerete così che la vita reale di un personaggio storico, quando studiata con gli strumenti propri della materia, ha il brutto vizio – oppure il bello, fate voi – di suscitare molte più domande di quante ne soddisfi. Dante ci ha trasmesso di Ugolino un quadro fisso, incisivo e terribile. La Storia ci racconta [...]

[continua in audio]
......

linea orizzontale
23-03-2006, di enrica salvatori
categoria: podcast, storia medievale
ascolta il podcast licenza creative commons condividi questa pagina su Facebook
ascolta licenza condividi
 
titoli di coda
 
file audio
02-ugolino.mp3
dimensioni
23,08 MB
durata
28' 00''
data di pubblicazione
giovedì 23 marzo 2006
 
musiche impiegate (licenza cc)
2 RD
Axis Mundi
Canopy
Eclipse
Nyghtshade
Heavens Coming Down
 
sigla (licenza cc)
Morning Spy
Daughters of History
 
bibliografia e fonti
Francesco Mallegni e Maria Luisa Ceccarelli Lemut
Il conte Ugolino della Gherardesca tra antropologia e storia
Edizioni Plus, 2003
Comune di Pisa (a cura)
Il processo a Ugolino
Pacini, 1994
Dante Alighieri
La Divina Commedia
Liber Liber (link)
 
licenza creative commons
Attribuzione
Non commerciale
Condividi allo stesso modo

 
 
gli ebook di historycast
 
copertina
episodi 16-30
 
copertina
episodi 1-15
 
copertina
episodi 1-30
seleziona il tuo ebook
linea
oppure sostieni historycast
linea
L'acquisto dei nostri libri, la richiesta di fare pubblicità sulle nostre pagine, una semplice donazione rappresentano uno strumento prezioso per il mantenimento e il proseguimento del progetto di Historycast. Grazie per il tuo contributo.
 

 
storia medievale
 
0Il conte Ugolino
0Re Artù
0La peste nera
0La Santa Inquisizione
0Dracula
0Federico II
0I Vichinghi
0San Francesco d'Assisi
0Celestino V