sostieni historycast ..acquista gll ebook di historycast.-.disponibili anche sui principali bookstore italiani edizione del. - ultimo aggiornamento: 10/2/13 15:53 .
 
 
testata
testata file rss testata
testata
testata torna all'home page testata cos' testata chi siamo testata i podcast testata le conferenze testata le news testata le pubblicazioni.htm testata i materiali didattici testata contattaci testata seguici su historycast seguici su Twitter testata
 
 
 
 
podcast
| 24 - l'invenzione della nazione: storia di un'idea sempre attuale  
 
un disegno ispirato alla ResistenzaLa Nazione - così come concetto - è una costruzione di natura storica, ma, a ben vedere, è anche la nostra casa, il luogo dove ci rifugiamo e dove possiamo invitare o meno ospiti e amici, chiudere o aprire porte e finestre, cambiare i mobili, ristrutturare il soggiorno. Lo facciamo - da sempre - a seconda di come leggiamo la sua Storia: chiudiamo tutto se pensiamo che la Nazione sia sempre esistita e sia legata a un popolo solo, immutabile nella sua composizione. La apriamo e la modifichiamo volentieri, invece, se pensiamo che sia l'inevitabile prodotto di incroci, scambi, creazioni e, perché no, anche di invenzioni.
*************************

«Soffermati sull'arida sponda/ Vòlti i guardi al varcato Ticino/ Tutti assorti nel novo destino / Certi in cor dell'antica virtù / Han giurato: non fia che quest'onda/ Scorra più tra due rive straniere / Non fia loco ove sorgan barriere / Tra l'Italia e l'Italia, mai più! [..] Quello ancora (chi) una gente risorta / Potrà scindere in volghi spregiati / E a ritroso degli anni e dei fati / Risospingerla ai prischi dolor / Una gente che libera tutta / O fia serva tra l'Alpe ed il mare / Una d'arme, di lingua, d'altare / Di memorie, di sangue e di cor».
Molti di voi avranno certamente riconosciuto queste strofe che Manzoni scrisse nel marzo 1821 durante i moti insurrezionali piemontesi. Nel cantare il diritto di ogni popolo a conquistare e difendere la propria libertà, il Manzoni tratteggiava, di fatto, gli ingredienti necessari a una nazione unita, ossia i confini (le Alpi e il mare), la difesa operata da un solo forte esercito e l'unità linguistica, che coincideva però a sua volta con una storia unitaria, un comune sentire e una sostanziale omogeneità etnica.
In pratica ci diceva che l'Italia - lo spirito italico, il popolo italico - erano esistiti nel passato molto prima che gli abitanti della penisola percepissero la necessità di autodeterminarsi politicamente, anche se comunque costoro non avevano mai veramente accettato la presenza di confini interni o di usurpatori stranieri.
Historycast ha deciso con questa puntata di parlare di un tema che riguarda tutti anche se appartiene a diversi momenti del passato: la Nazione. Non solo l'Italia, ovviamente, ma qualsiasi nazione. Insomma cosa pensiamo sia veramente? Quando è nata? Abbiamo oggi la medesima idea del Manzoni? E lui da dove l'aveva ricavata?
È un tema, come tutti i temi che la Storia ci regala, fortemente attuale. Non mi riferisco tanto alle polemiche partitiche di bassa cucina politica, né ancora all'opportunità o meno di tifare Italia ai mondiali. Penso invece a episodi molto più importanti: la recente guerra nella ex-Jugoslavia, ad esempio, gli attacchi terroristici ceceni, le rivendicazioni sioniste o palestinesi, le mille richieste di sovranità nazionale che spuntano come funghi in questo pianeta incredibilmente resistente alla globalizzazione. Come mai siamo così attaccati all'idea che un popolo abbia diritto a confini certi?
Cominciamo infatti col dire che, anche se alcuni aspetti sono mutati, in genere l'idea manzoniana di nazione è proprio quella più diffusa e comune tra la gente. Non è un caso, ovviamente: siamo i pronipoti del Risorgimento, figli dell'Europa degli stati nazione. Per noi è veramente difficile tenere distinto il concetto di popolo da quello di confine o di stato.
Per il sentire comune i popoli europei sono realtà sociali e culturali chiare, stabili e oggettivamente identificabili, si distinguono gli uni dagli altri per lingua, religione, costumi e carattere nazionale. Siamo quindi più o meno convinti che l'esistenza di un popolo sia un fenomeno oggettivo, che dia diritto ad avere uno stato.
Ma se questo fosse vero - ovviamente "se" - perché hanno diritto a una nazione i Bosniaci e non i Corsi, i Lituani e non i Baschi. In ognuna di queste rivendicazioni, fallimentari o di successo poco importa, uno dei motivi posti in cima ai proclami è sempre il dato di fatto dell'esistenza di un popolo e in seconda istanza la sua Storia. Ma allora davvero basterebbe rispondere alle domande: che cosa? E da quando?
«Sappiamo in che consiste la differenza principale tra i Tedeschi e gli altri popoli di origine germanica. [...] I Tedeschi parlano una lingua che vive fin nell'intimo dove sgorga dalle forze naturali; gli altri popoli germanici [...]» [...]

[continua in audio]
......

linea orizzontale
24-06-2010, di enrica salvatori
categoria: podcast, storia contemporanea
ascolta il podcast licenza creative commons condividi questa pagina su Facebook
ascolta licenza condividi
 
titoli di coda
 
file audio
24_-_Linvenzione_della_Nazione.mp3
dimensioni
36,03 MB
durata
30' 00''
data di pubblicazione
giovedì 24 giugno 2010
 
musiche impiegate (licenza cc)
Celestial Aeon Project
Hymn of the Sky
Celestial Aeon Project
Citadel
Balkan Balagan
Sherele
Franz O. Zaicescu
Balkanic Lament
Daniel H
Heroes Memory part III (single).
 
inserto audio (uso saggistico)

Slobodan Milosevic
speech 28 giugno 1989
frammento di 36''

 
sigle (licenza cc)
Morning Spy
Daughters of History
Ryan W. Farish
Night Wind
 
bibliografia e fonti
Herwig Wolfram
History of the Goths
University of California Press, 1988
Francesca Zantedeschi
Nazioni e nazionalismo in Europa
in “Passato e Presente”, 70 (2007)
Patrick J. Geary
Il mito delle nazioni. Le origini medievali dell'Europa
Carocci, 2010
P. Guglielmotti e G.M. Varanini
Intervista a Karol Modzelewski
in Reti Medievali XI, 2010/1
Herwig Wolfram
I germani
Il Mulino, 2005
Johann Gottlieb Fichte
Discorsi alla nazione tedesca
Laterza, 2005
Carlo Varotti
Manzoni: profilo e antologia critica
Pearson Paravia, B. Mondadori, 2006
 
materiale didattico
Fare ricerca storica
 
licenza creative commons
Attribuzione
Non commerciale
Condividi allo stesso modo

 

 

 
gli ebook di historycast
 
copertina
episodi 16-30
 
copertina
episodi 1-15
 
copertina
episodi 1-30
seleziona il tuo ebook
linea
oppure sostieni historycast
linea
L'acquisto dei nostri libri, la richiesta di fare pubblicità sulle nostre pagine, una semplice donazione rappresentano uno strumento prezioso per il mantenimento e il proseguimento del progetto di Historycast. Grazie per il tuo contributo.
 

 
storia contemporanea
 
0I Protocolli dei Savi di Sion
0Sacco e Vanzetti
0Muhammad Alì (Cassius Clay)
0Dalla Terra alla Luna
0Charles Darwin
0L'orologio di Ben Hur
0Walt Disney
0I Giusti
0L'invenzione della Nazione
0Sorelle d'Italia
0Símon Bólivar
0Alan Turing